L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

Flipper

Importante premessa:

Scrivo questo post a solo scopo informativo. Manterrò l’anonimato e vi fornirò informazioni che potrete trovare facilmente in rete. Siate responsabili.

Bene, parto con il dire che non è il primo post che faccio qui. Mi sono presentato la volta scorsa come esperto informatico e ho ricevuto una marea di consensi e anche qualche critica, del tutto lecita, fa parte del gioco. Ci sono stati anche gli immancabili ignoranti (nel senso che ignorano alcune soluzioni tecnologiche) che mi hanno dato del “cazzaro“.

Bene, ci sta, mi sono molto divertito nel leggere i commenti ed è per questo che ho deciso di mandare anche questa storia, ben sapendo che le reazioni saranno più o meno le stesse (ma le fonti di quanto dico, come nel caso precedente sono facilmente verificabili).

Quello di cui voglio parlarvi oggi è un fantastico aggeggio che ho personalmente testato, che si chiama Flipper Zero. Non dirò altro sulle origini di questo “coso”, visto che, come detto, in rete si trovano facilmente informazioni. La vendita di Flipper è assolutamente legale e parlarne può aiutare le persone a difendersi da certi strumenti.

Si tratta di una sorta di minicomputer potentissimo; non tanto come pc (anzi, sembra un Tamagochi), quanto per quelle che sono le infinite possibilità di utilizzo di “quest’affare”, visto che è in grado, praticamente di attaccarsi ad ogni sistema informatico o elettronico… e lo fa in maniera assolutamente devastante, riuscendo a connettersi con praticamente ogni tipo di impulso, radio, infrarosso, wifi e via cavo.

Ecco un altro VDI:   Sono esasperata

Ma partiamo con ordine: anche io, come molti di voi, mi ritrovo con un vicino che è un vero incubo. Avevo già parlato di lui e non voglio ribadire le (tante) cose che mi ha combinato in anni di convivenza forzata. Quindi vi dirò cosa ho fatto con Flipper per divertirmi un pochino e farlo rimbecillire più di quanto non lo sia già per sua natura:

Attacco alla rete

Visto che il VDI abita sopra di me, una delle prime cose che ho fatto è usare Flipper per entrare nella sua rete WIFI e disconnettere dalla stessa tutti i dispositivi, non solo, ho rallentato la connessione al punto da farlo andare a 50kbs… praticamente non può più usare internet. Non ho combinato casini, ma teoricamente avrei potuto fare molto, ma molto altro. Sono bastardo, ma non mi definirei un stronzo.

Attacco al garage/auto

Dalla mia finestra vedo il vicino arrivare. Fa la rampa che porta ai box, proprio sotto la mia camera. Apre la serranda motorizzata, parcheggia la macchina, la chiude con il telecomando e chiude la serranda. Immediatamente dopo, riapro la macchina: sente il rumore della riapertura e vede le frecce illuminarsi dalla feritoia della serranda. A quel punto riapro anche la serranda stessa.

Ecco un altro VDI:   Empatia portami via

Lui richiude il tutto… io riapro. Sono stato 5 minuti a percularlo in questo modo e scusate ma ho riso di brutto .La combo macchina e serranda è stata fantastica, ma forse, il meglio l’ho avuto un giorno.

Attacco alla rete (parte 2°)

Il mio strumento è in grado di connettersi alle casse Wi-Fi dell’home theatre del vicino. Quel giorno aveva la musica a volume altissimo e non riuscivo a farlo smettere. Bum, bum, i bassi mi facevano tremare il pavimento, così non ci ho messo molto a testare anche questa feature: con un sintetizzatore vocale ho creato un testo parlato. Poi ho connesso Flipper agli speakers….

Mentre la musica (di merda) suonava, ho sentito 2 secondi di silenzio poi una voce femminile, molto soft, a volume altissimo che diceva: “Attenzione: hai superato la durata di diffusione consentita, questo impianto si autodistruggerà in beep 3, beep 2, beep 1… “. Infine, ho staccato le casse dalla rete, in modo che stessero in silenzio tutto il tempo. L’ho sentito, poco dopo bestemmiare in aramaico, convinto che il suo impianto avesse un qualche strano “programma di protezione” conto l’utilizzo eccessivo.

Ecco un altro VDI:   Sara e il bisogno di rispondere

Ho riso per un’ora intera, mentre lui urlava “riaccenditi maledetto!!!

Sono molto convinto che abbia capito che sia io l’artefice di questa cosa, ma ad oggi, mentre scrivo, non mi ha ancora detto una parola.

La cosa davvero fantastica è che posso connettermi anche alla tv e se esagera, probabilmente proverò anche questa cosa.

Disclaimer:

Come ho detto, l’articolo si trova facilmente ed è corredato di moltissimi accessori per ampliare (volendo) le sue possibilità di utilizzo. Non è per tutti, nel senso che si deve conoscere bene l’informatica e come funzionano alcuni sistemi, ma direi che, in linea di massima, con un po’ di studio e pratica, chiunque può ottenere risultati molto, ma molto interessanti.

Usatelo sempre per fare del bene o per fare scherzi stupidi a un vicino da incubo come il mio, senza esagerare e buona fortuna

Alla prossima!

 

Lascia una risposta