L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

Infieriscono sulla mia situazione già difficile

Parto col dire che il VDI in parte sono io ma purtroppo sono costretto dalle circostanze.

Mi sono trasferito in condominio nel 2015. Appena trasferito sembrava il paradiso. Gente cordiale e amichevole, nessuno screzio né altro. Da quando sono entrato ho sempre pagato tutto regolarmente e non ho mai dato fastidio a nessuno.
Purtroppo nel 2018 le cose sono cambiate. Avevo un’attività che ho dovuto chiudere (essendo una snc non ho potuto dichiarare fallimento), il mio socio si è volatilizzato lasciandomi con un debito enorme, nel frattempo la mia condizione di salute è peggiorata e nonostante abbia grossi problemi non arrivo comunque a una percentuale d’invalidità tale da poter quantomeno rientrare nelle categorie protette.

La banca mi ha ipotecato la casa, sono senza luce né gas da 4 anni, a causa di problemi burocratici non percepisco alcun aiuto economico tranne i contributi (6 rate annue da 120€).
Data la situazione e poiché abitiamo in campagna sono costretto a dover ricaricare il telefono alla presa condominiale e a non pagare il condominio da 2 anni. Chiaramente mi rendo conto di essere io dalla parte del torto, il problema è che vari condomini si stanno divertendo a farmi dispetti da asilo.

Ecco un altro VDI:   Il dalmata

Sparisce la posta, sparisce il power bank che utilizzo per caricare il telefono, sparisce il pranzo che mi porta la mensa sociale, addirittura mi hanno fatto sparire il monopattino elettrico, unico mezzo che ho a disposizione (oltretutto ho problemi a camminare), chiamano l’amministratore di condominio per farmi riprendere su cose assurde (un po’ di tempo fa mi ha chiamato perché si sono lamentati perché mi siedo sui gradini esterni, gradini larghi più di un metro e mezzo), due giorni fa un condomino mi ha velatamente accusato di avergli fatto seccare delle piante in vaso avendoci fatto pipì sopra.

Potrei andare avanti per ore con esempi simili. Il problema è che nonostante lo faccia per necessità pratica (vivo da solo e ho bisogno del telefono sia per una possibile emergenza sia per rendermi reperibile con servizi sociali avvocati etc) sono io quello dalla parte del torto e non c’è la minima possibilità di dialogo.

Non so come uscire da questa situazione, purtroppo con tutti i problemi che ho tornare a una situazione di normalità è praticamente impossibile, non ho altri posti dove poter andare ma non posso passare il resto della mia vita in questa situazione.

Ecco un altro VDI:   Costretti a fare il weekend fuori per riposare

Se qualcuno mi potesse dare un consiglio valido gliene sarei veramente grato.

Lascia una risposta