L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

Sono stati capaci di tutto

I VDI sono quelli che abitavano nell’appartamento che ho preso in affitto io ora.

La simpatica famigliola di padre, madre e due bambini, prima di lasciare la casa, ha pensato bene di disseminare trucchi e dispetti che stanno venendo fuori man mano che vivo in casa.

A parte lasciar scrivere i bambini su tutte le porte interne con pennarelli indelebili (dopo vari tentativi, anche un esperto di restauro ci ha rinunciato), hanno avuto la bella idea di lasciare debiti su tutti i contatori rendendomi più difficile l’attivazione delle utenze (ritardi di un mese, ma qui è colpa pure dei fornitori che… lasciamo perdere).

L’appartamento mi è stato consegnato ridipinto (immagino cosa avevano fatto sui muri) e pulito nei limiti del visibile, salvo poi aprire la cappa e notare che nei 4 anni precedenti non è mai stato cambiato il filtro (uscito nero e colloso) e ho dovuto buttare 3 spugne per pulire tutto. Alessandro Borghese ci sarebbe rimasto secco con una cappa del genere. Stessa cosa per il filtro della lavatrice, impossibile da aprire perché totalmente ossidato.

Ecco un altro VDI:   New age VS madonne: 0-1

Ma il top, “l’apice dell’apoteosi della schifezza” (cogliete la citazione) lo hanno fatto con l’impianto elettrico: hanno reciso i fili di campanello/citofono, spostato degli attacchi che hanno creato qualche corto al punto che, nel momento in cui l’elettricista ha aperto dietro il contatore per sistemare il citofono, ha trovato tutto bruciato come se avesse preso fuoco. Da lì ha aperto tutte le cassette e ha trovato magagne e sorprese ovunque.

PROSEGUE SU PAGINA 2

Lascia una risposta