L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato, Vicini chiassosi

Lo stalker sono io

Si, sono io lo stalker: quello che fissa il vicino da dietro la finestra.

Non lo ero, lo sono diventato per legittima difesa e la cosa ha dato i suoi frutti a quanto pare. Tutto comincia a febbraio dello scorso anno: vivo al piano terra di un piccolo caseggiato. Davanti alle finestre di sala/cucinotto, bagno e camera da letto, c’è un piccolo parcheggio riservato a chi abita nello stabile.

Faccio un’altra premessa: lavoro da casa quindi passo la maggior parte del mio tempo nel mio appartamento al pc, spesso anche di notte poiché soffro di insonnia e le mie notti in bianco sono la normalità.

Non ho mai avuto problemi, fino a quando a febbraio, è arrivato lui: PISTARINO!

Lo chiamo Pistarino perchè assomiglia un po’ al comico di Drive In, anche se il vicino ha una 30ina d’anni. Pistarino ha una macchina Fiat Bravo (o Brava? Mai capita la differenza), modificata: gialla, doppi scarichi, vetri oscurati, minigonne, muso aggressivo, adesivo a forma di scorpione (a me sembra uno scarafaggio) e spoilerone posteriore che la rendono la classica macchina da “vorrei ma non posso”.

Personalmente non me ne frega niente della sua macchina ma ci sono 3 problemi:

Ecco un altro VDI:   Il T-rex

Problema #1 – quando apre la macchina, questa da un 1 colpo di clacson, quando la chiude, ne da 2. Pistarino va in giro in continuazione, soprattutto di notte, perché a lui piace la bella vita. Sentire la macchina che suona a tutte le ore del giorno e della notte, non è affatto piacevole, soprattutto se uno, come me, dorme pochissime ore a notte (quando riesce a dormire bene).

Problema #2 – Quando accende quella specie di macchina, complici le modifiche ha fatto, sembra di avere uno SCANIA davanti al letto e un IVECO in cucina. Non felice di farci sentire questo motore da Lamborghini truccata, da colpi di acceleratore, fino a far dare dei veri e propri colpi alle marmitte. Ok che dormo poco ma quando lavoro, il pc ed il mouse si muovono da soli.

CONTINUA SU PAGINA 2

Lascia una risposta