L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

L’esagerata sarei io?

La mia famiglia è composta da 4 persone: io, mio marito, mio figlio adolescente e mio suocero che ha superato gli ottanta.

Viviamo in un appartamento al penultimo piano, in un condominio insieme ad altre 13 famiglie. Siamo persone tranquille che rispettano gli altri condomini e che, pertanto, pretendono lo stesso rispetto. Sin da subito con la famiglia che vive al piano superiore abbiamo avuto problemi.

Sul mio balcone interno succedeva di tutto: lenzuola stese per lungo che arrivavano a toccare la mia ringhiera, tappeti luridi stesi chissà per quale motivo e che poi il vento ha fatto cadere giù da me, fumano sul balcone e le loro cicche mi bucano il bucato o finiscono da me, tovaglie giornalmente sbattute dal balcone con briciole, noccioli, bucce di frutta che sistematicamente dovevo raccogliere io (l’ultima volta ho raccolto, sono andata su e ho lanciato tutto nel suo ingresso dicendo “questa è sua?” e me ne sono andata).

Ma arriviamo all’ultimo grosso e, per ora, insormontabile problema. Da qualche tempo, il cane che hanno già da qualche anno resta a casa incustodito tutto il tempo fino al pomeriggio se va bene a volte anche dopo la mezzanotte. La povera bestia non fa che guaire tutto il tempo, con brevi pause di silenzio, per poi riprendere più forte e a volte, sbattendo violentemente contro la porta d’ingresso.

Ecco un altro VDI:   L'abbonamento

Nel condominio non si lamentano, sembra che solo noi ne siamo disturbati. Ho inviato messaggi più volte per chiederle di fare qualcosa ma mi ha risposto che lei deve lavorare, i figli non possono occuparsene, che accade raramente e che sono io che esagero. Ho provato a rivolgermi ai carabinieri ma mi hanno snobbato. Non ne possiamo più e non sappiamo cosa fare.

Lascia una risposta