L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

La timeline dei vicini

I miei vicini hanno questo programma:

La signora sotto la mia camera da letto dalle 6:30 alle 7:15 sbatte tappeto, cuscini e coperte ininterrottamente contro la ringhiera del balcone.
Alle 7:30 il figlio degli altri vicini che al posto dei piedi ha due incudini, inizia a correre e a pestare i piedi. Sì, abita nell’appartamento sotto ma lo sento molto bene.
Alle 8 c’è un via vai generale di tutti i vicini che entrano ed escono da casa, sbattendo ovviamente le porte.
E va bene.

Alle 9 inizia la Santa Messa che riecheggia per tutta la scala fino alle 10:40 circa.
Alle 11 iniziano le varie liti fra vicini, la più avvincente è quella fra il signore al piano terra che litiga con la vicina del secondo piano del palazzo di fronte perché i rispettivi cani abbaiano. Meno male che non muggiscono.

Alle 12 ovviamente c’è chi rientra da lavoro e chi da scuola; fra cui il bimbo incudine, che ovviamente corre, urla e grida come un pazzo, sbatte i giochi sulla ringhiera della scala e non contento apre e chiude la porta di casa e la sbatte. Ovviamente corre fino alle 3 di notte. No, non scherzo.

Ecco un altro VDI:   Le finestre del condominio

Alle 13:30 rientra la figlia della signora che sbatte i tappeti. Inizia così il calvario di porte che sbattono, liti e insulti riferiti alla madre e al padre. Fino alle 18:30.
Dalle 19:10 alle 19:20 tutte le sacrosante sere c’è qualcuno che attacca qualche chiodo al muro, immancabile e sopratutto estrema precisione con l’orario.
A questo punto uno pensa di avere un po’ di riposo no? Sbagliato.

Alle 20 si inizia con Tv a tutto volume, grida e litigi.
Poi dalle 23/mezzanotte alla 1:30 sembra esserci calma, si sente solo il bambino correre.
Dalle 2 alle 3:30 del mattino i vicini spostano i mobili.
Tranquilli dalle 4 alle 6 c’è chi urla, corre o martella.
Sia io che il mio compagno lavoriamo su turni, facciamo le notti, siamo stressati e non abbiamo ancora commesso alcun omicidio. Per ora.

Lascia una risposta