L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

La porta

A volte mi chiedo il motivo per cui si debba per forza essere incivili, quando basterebbe così poco per riuscire ad andare d’accordo. Non dico si debba essere amici, ma tante discussioni, quasi tutte, nascono per futili motivi e sarebbe sufficiente un minimo di accortezza per evitare litigi inutili.

Io mi sono trovato in una situazione stupida che si sarebbe potuta evitare, semplicemente scusandosi per la poca delicatezza, invece, si è trasformata immediatamente in un brutto rapporto.

Avevo traslocato da meno di un mese in una palazzina carina, 8 appartenenti indipendenti con, all’esterno, cancello automatizzato per le auto e un cancello in ferro per il passaggio pedonale. Il problema è che, sento che sbattono quel cancello come se dovessero scardinarlo, tutte le volte.

Il cancello è sotto una delle mie finestre e sinceramente, dopo 1 mese qui, credo che sia l’unico vero fastidio. Non conosco ancora i vicini, ma mi affaccio di tanto in tanto, quanto sento le botte terribili che arrivano dal cancello. Mi è capitato di vedere un vicino almeno 2 o 3 volte, passare dalla porta e…. SBAM, con una violenza inaudita. Ora, ditemi che senso ha?

Ecco un altro VDI:   Il mio balcone non è una discarica

Può essere sordo, può essere che sia nervoso (ogni giorno?) oppure…. può essere che sia uno stronzo maleducato e senza rispetto per gli altri?

Sono appena arrivato e non voglio mettermi subito a fare il professorino, quindi faccio finta di nulla. Per curiosità, continuo a controllare: e tutte le volte che passa, chiude la porta in modo che vibri l’intera cancellata. La mia pazienza vacilla, ma tengo duro.

Una sera sto rientrando a casa. Ho mia figlia in braccio che sta dormendo, passo il cancelletto e chiudo la porta. Mentre armeggio nel tentativo di aprire la porta con la 3enne dormiente, entra il tizio. Apre la porta e la chiude alle sue spalle come se avesse lanciato una bomba a mano. SBAMM Ancora. Vibra tutto e ovviamente, si sveglia la figlia. La metto giù e apro casa, lei entra ed io mi rivolgo al vicino: “buonasera, mi scusi, ma potrebbe accompagnare la porta, gentilmente? Se riuscisse a non farla sbattere, sarebbe il top.” Sorrido, a fatica, ma sorrido…. so fingere bene.

Ecco un altro VDI:   Abitavo in un condominio di 24 famiglie,

Lascia una risposta