L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

La madre – Parte 1

La signora in questione è la classica persona che guarda tutti con sufficienza, che quando le passi vicino ti squadra dalla testa ai piedi per decidere se sei degno del suo saluto, che si crede la migliore e il figlio è un esempio per tutti.

Dati i presupposti potete immaginare che persona sia. Iniziamo.
Nel nostro condominio abbiamo un cancello con la serratura che si rompe ogni santa volta a causa di condomini noti che usano copie delle chiavi fatte male rovinando la serratura. Alla riunione di condominio faccio presente il problema e si alza lei, la nobile che con fare da superiore fa: “Basta tirare indietro la chiave leggermente, con me funziona”, al che facciamo presente che in primo luogo ‘sto giochetto non va con tutti; in secondo luogo, anche se fosse, questa storia del cancello non può andare così. La chiave deve entrare e girare, punto.

Lei si rialza con fare solenne e ripete paro paro la sua solfa. Io con tono leggermente indispettito le ripeto il punto facendo presente pure che chi rincasa in tarda notte non può stare a perdere tempo con la serratura. Nuovamente si rialza e ripete le sue gesta. Io elegantemente sbrocco e le dico: “Brava vuoi l’applauso? Hai scoperto il segreto della serratura complimenti. Ora vuoi darci altre perle di saggezza o ci permetti di andare avanti?”.

Ecco un altro VDI:   La puzza di cibo andato a male

Sguardo truce e indefessa: “Con me funziona”.
Mezz’ora persa per sentire le sue gesta.

Lascia una risposta