L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

Il tanfo notturno

Buongiorno.
Ci sono due cose che mi fanno particolarmente schifo, entrambe frutto della maleducazione: vedere sputare a terra e il puzzo di urina.
Casa mia dista pochi metri dalle altre abitazioni lungo la via, ma bastano per la mia misantropia (che già ho inquilini e condomini con i quali avere a che fare).

Finestra di camera mia dà sul cortile di casa del mio vicino, in uso ad un autosalone a piano strada.
Da qualche sera, complice il caldo che mi costringe a tenere spalancate finestra e ante, portato dai pochi refoli di aria notturna, giunge alle mie narici l’inconfondibile odore di urina.

Stante la situazione logistica, però, ritengo impossibile la cosa: il gestore dell’autosalone ha i servizi all’interno dello stesso, la strada è trafficatissima giorno e notte e il luogo non si presta all’espletamento di bisogni impellenti. Mi dico che ho le allucinazioni e “archivio” la cosa.
Ma il puzzo resta.

L’altra notte, saranno state circa le due, non riuscivo a dormire per il troppo caldo e l’afa, quindi mi ero seduta sul bordo del letto per permettere alle lenzuola di rinfrescarsi un po’.
Nel mentre, gioco un po’ col cellulare quando, ad un tratto, sento lo scroscio di un getto d’acqua. Mi copro le “pudenda superiori” e guardo fuori dalla finestra per cercare di capire l’origine del rumore.

Ecco un altro VDI:   Il vicino invadente

Il mio vicino, dal balcone di camera sua, sta pisciando sulla copertura del sottostante locale caldaie.
Mi vede, si interrompe, e poi decide di finire quello che stava facendo.
Non avevo allucinazioni olfattive.

Lascia una risposta