L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

I gatti randagi

Abito qui da un paio d’anni e nel corso del tempo ho visto più volte qualche gattino randagio che si nascondeva qui intorno (anche piccolini).

Un paio di giorni fa, dopo questi due anni, decido di lasciare qualche crocchetta per questi gattini e un po’ d’acqua. Oggi trovo lì vicino un biglietto da parte di qualche vicino, che mi chiede gentilmente di non farlo più perché così attiro i gatti randagi e soprattutto i cani del vicinato potrebbero mangiare questo cibo e stare male.

Io penso che questa richiesta sia sbagliata, per due ragioni: sono qui da due anni, sottolineo, e i gatti li ho sempre visti senza avergli mai lasciato niente da mangiare prima di adesso. Quindi deduco di non esser io ad attirarli, ci sono ugualmente!

Secondo, i cani dovrebbero essere educati a non mangiare cibo che trovano in giro, e anche qualora non lo fossero, dovrebbero sempre essere portati a guinzaglio (soprattutto se di grossa taglia, cosa che qui intorno nessuno fa mai).

Ecco un altro VDI:   Consigliatemi i dispetti più cattivi che vi vengono in mente.

Se porti, come dovresti, il cane a guinzaglio puoi evitare che mangi da un piattino fuori casa! Credo di non fare male a nessuno e non creare problemi lasciando un po’ di cibo a dei gattini che comunque ci sarebbero, e non vedo come l’educazione dei cani del vicinato debba essere un problema mio.

Cosa ne pensate?

Lascia una risposta