L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

Bello Bello

Bello Bello è il mio vicino.

Soprannominato così perchè  quando è uscita la canzoncina, non ho potuto fare a meno di accostarla a lui.

“Sa tutto lui: Bello Bello. Quando c’è lui, stai tranquillo, arriva lui, bello bello”.

Il mio “Bello Bello” è quello che definirei un “puttan*ere andato in pensione“: il classico uomo sui 60 anni che una volta acchiappava di brutto, ma da quando ha dilapidato il suo patrimonio, stranamente, le belle ragazze che lo circondavano sono sparite.

Era un imprenditore con una bella Azienda quando ha comprato casa.

Si trattava di una grande ed antica villa, settecentesca, ristrutturata negli anni ottanta e trasformata in un complesso abitativo comprendente 6 appartamenti. Uno di questi era dei miei genitori e da quando entrambi sono scomparsi, è diventato casa mia.

Bello Bello, invece, ha unito 2 unità creando un mega appartamento. Lo conosco da quando sono nato, visto che si è trasferito qui e ha fatto i lavori che ero bambino.

Ecco un altro VDI:   Il paese

Si è fatto costruire una piscina, recintando abusivamente una parte del vecchio parco sostenendo che fosse il suo terreno e parlando di un acquisto che in realtà non c’è mai stato, così come non c’è mai stata alcuna autorizzazione per la realizzazione della sua piscina recintata con accesso esclusivo. La piscina si trova sul terreno che risulta condominiale, misura 12 metri per 8 e per di più è costruita in terreno sottoposto a vincolo idrogeologico.

continua su pagina 2

Lascia una risposta