L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

Abitavo in un condominio di 24 famiglie,

Abitavo in un condominio di 24 famiglie, al primo piano vicini alcolisti ex medici dediti al casino notturno le cui tracce vengono rinvenute al mattino dai netturbini: scatole di tavor, vomito, sigarette, buste dell’umido (piene) e altre meravigliose schifezze, quarto piano altra famiglia col nostro stesso cognome il cui hobby più divertente è staccare l’etichetta della nostra /loro cassetta della posta così non possono notificargli niente e impedisce pure alle nostre raccomandate e telegrammi di arrivare, quinto piano vicino incazzato col mondo chissà perché, che l’unica volta che mio nipote è venuto a trovarmi con la bici parcheggiata momentaneamente nel sottoscala (non in mezzo a nessun passaggio) ha ben pensato di bucargli le ruote, (so che è stato lui perché poi se n’è vantato con la mia dirimpettaia che me l’ha riferito), il figlio dei vicini alcolisti (degno dei genitori) mi ha più volte graffiato la macchina perché mio marito ogni tanto nelle loro nottate da panico paura ha provato a chiamarli per farli smettere… peccato che però l’ultima volta l’ho beccato in pieno e filmato col telefono e gli ho fatto ripagare tutti i danni 🖕🏿

Ecco un altro VDI:   L'invito che non ti aspetti

meno male mi sono trasferita e ho messo la casa in vendita

Lascia una risposta