L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato, vicini incivili, vicini maleducati

3 volte incivile

Tizio si è trasferito qui alla fine dello scorso anno con mogli incinta e figlio.

Bene, è un posto tranquillo ed i vicini sono simpatici. Da quando tizio si è trasferito abbiamo avuto solo 3 interazioni. Un crescendo di stupidità che ha lasciato senza parole.

La prima volta che lo incontro vicino all’ingresso della palazzina, lo saluto con un sorriso, quasi a presentarmi ecco, magari possiamo fare conoscenza visto che abitiamo nello stesso posto. Lui non alza lo sguardo da terra e corre via come se avessi la peste bubbonica. Ci rimango male, ma forse avrà avuto una giornata di mer*a e lascio perdere (e comunque rispondere “buongiorno” non è tutto sto gran sforzo).

La seconda volta che lo incontro avevo appena parcheggiato (parcheggio pubblico su strada comunale) e appena varco il cancelletto me lo trovo davanti. Ovviamente il buongiorno è da escludersi a prescindere, mi dice immediatamente: “mi deve lasciare quel posto libero” io lo guardo un po’ perplesso e gli rispondo: “no, guardi, quel posto è comunale, quindi ci può parcheggiare chiunque”. Lui prosegue: “mia moglie è incinta, quindi mi faccia la cortesia di lasciarlo libero”. Ora, apprezzo il “mi faccia la cortesia”, ma solo quello: ci sono almeno una decina di parcheggi liberi nella via, quindi anche se la moglie dovesse trovare il parcheggio in questione occupato, al massimo dovrebbe fare una dozzina di metri. Per quanto abbia rispetto delle donne incinta, non è che deve scalare il K2.C’è un altro aspetto: il parcheggio è comunale, come detto, quindi può parcheggiare chiunque, cosa fa? SI mette a rompere a tutti quelli che parcheggiano?

Ecco un altro VDI:   Le cantine allagate

La terza volta. Parcheggio (tra l’altro non nel posto di cui parlavo prima), spengo l’auto e lui con la sua, ingrana la retro e mi da una botta sul parafanghi anteriore. Io sono ancora dentro l’auto, penso che forse non mi ha visto. Scendo immediatamente e vi giuro che mi trattengo dall’urlargli che è un imbecille. Mi avvicino e gli dico che mi ha urtato, lui, senza dire una parola, letteralmente si mettere a correre ed entra dentro casa. Un vicino alla finestra mi dice che ha visto tutta la scena e che se è necessario fa volentieri da testimone. Controllo la mia macchina, ma non ho neanche un graffio di un millimetro. La sua, invece ha crepato di brutto il paraurti.

Decido di lasciar perdere, in fondo ci ha rimesso lui, ma quello che proprio non riesco a spiegarmi è: può essere una persona così stupida? Cosa spinge un uomo ad un tal livello di inciviltà? Vorrei andare a fondo del problema e capire come fa uno ad essere così stron.o con il prossimo… ma soprattutto, cosa mi devo aspettare al 4° incontro? Una pistola in risposta al buongiorno?

Ecco un altro VDI:   La consegna del pacco vibrante

Mi dispiace per il figlio che ha e quello che arriverà, sono pronto a scommettere che saranno i Vdi di domani.

Lascia una risposta