L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato, Vicini e fatti divertenti, Vicini Ladri

Zoran il barbaro, Zoran il distruttore

Cercherò di scrivere un post leggero nonostante l’argomento non lo consenta e il ricordo di quei mesi aleggi ancora come un momento di stress (forse l’unico) per il condominio. Quindi mi scuso se riderete meno o non riderete affatto.

Era appena andata via LEI la ballerina di lap dance, la vicina di casa eroticamente perfetta, che ogni condomino uomo possa aver mai sognato; ci stavamo asciugando le lacrime e cercando di rimettere insieme i cocci di una vita che sembrava non avere più senso nonostante fossimo tutti comunque sollevati dalla dipartita di Zoran.

Zoran il barbaro, Zoran il distruttore, ma per lui è necessario un post tutto dedicato.

Dicevo… ancora con gli occhi gonfi di lacrime e sognanti per le splendide performance regalate gratuitamente (!!!) in quei 2 anni, vediamo nuovamente alzarsi quella persiana e uscire in terrazza una ragazzina mora con la mamma.

Lei, 18,19 anni, incinta, il visino rassicurante e l’espressione un po’ spaesata.

La mamma, questo me l’hanno raccontato, qualche giorno prima parlò con l’agente immobiliare e disse: “questa casa va ben, la me tosa e el so moroso qui i starà ben”.

La mamma chioccia, titolare di un’impresa della zona, aveva pensato a tutto, voleva far trascorrere alla figlia una gravidanza tranquilla in intimità col suo moroso, fino alla nascita del bambino… che cara donna. Poi stava progettando di ampliare la casa di famiglia e vivere tutti insieme come nelle favole.

Ecco un altro VDI:   Scampanellatrice compulsiva

Ma non stava per vivere una favola; si trattava di una storia dai toni più noir.

Aveva infatti sottovalutato una cosa, fondamentale, quando pensava alla parola “tranquillità”.

Il moroso.

Lui.

continua su pagina 2

Lascia una risposta