L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato, Vicini chiassosi

Perdòno

Ciao.

Purtroppo la VDI in questo momento sono io e vorrei qualche consiglio dal gruppo per farmi perdonare…

Ho comprato un appartamento qualche mese fa.

La ditta incaricata della ristrutturazione avrebbe dovuto completare i lavori in 2 mesi ma, in realtà, sono ancora in alto mare a 4 mesi di distanza dalla prima martellata…

Pur essendo a conoscenza dei giorni e degli orari in cui i rumori sono vietati, gli operai se ne fregano. E i miei vicini si lamentano (giustamente).

Io continuo a rimbrottare il capocantiere ma non so davvero più che fare: sono sola, vivo lontano e lavoro, per cui per me è impossibile controllare quotidianamente cosa succede in cantiere, tanto più che lavorano a singhiozzo e senza alcuna pianificazione da una settimana all’altra.

È la mia prima casa, la mia prima ristrutturazione e sono ormai ostaggio della ditta che ho (disgraziatamente) pagato quasi del tutto in anticipo.
Sarò detestata da tutto il condominio prima ancora di traslocare.

Vorrei trovare un modo per scusarmi con i vicini, che non sia solo il solito pezzo di carta dall’ascensore. Soprattutto per quelli sullo stesso pianerottolo, o al piano di sotto, perché mi rendo conto di quanto possa essere insopportabile una situazione del genere.

Ecco un altro VDI:   Nessun rimpianto

Avrei pensato a dei “cestini gastronomici” da far recapitare prima di Pasqua o magari delle carte prepagate per la spesa. Avete idee o suggerimenti?

  1. Mariana

    “2 Suggerimenti: 1) nomina capocantiere il tuo vicino di pianerottolo, e vedrai che i lavori procederanno speditamente, e negli orari consentiti. 2) Metti nella bacheca condominiale un avviso per tutti i condomini nel quale ti lamenti dell’impresa e chiedi aiuto a tutti per tenerla d’occhio e farla sbrigare, promettendo che a fine lavori offrirai un apericena a tutti per scusarti del disturbo. Cestini e carte prepagate da evitare, sembrerebbero elemosina.

Lascia una risposta