L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

Panama

25-12-22 ore 01:15 di notte.

La figlia della vicina di sopra, dato che fa la galletta quando la mamma non c’è, pensa bene che sia una buona idea camminare in casa coi tacchi, far cadere cose a terra, spostare sedie facendole fischiare sul pavimento, picchiettare qualcosa sul lavandino, il tutto senza pensare che in questo bellissimo mondo c’è gente che lavora pure i festivi (nonostante lei abbia lavorato per Amazon, per cui i festivi lavorava anche lei in passato).

Dato che non è la prima volta che mi svegliano di notte, picchio con la scopa sul soffitto e di tutta risposta, la ” signorina ” ha l’ardire di picchiare anche lei sul pavimento.

Apro la porta di casa, salgo le scale e le vado a dire che il giorno dopo lavoro e all’una di notte non deve far bordello, inoltre le dico che non è colpa mia se lei è settata sul fuso orario di Panama.

E niente, mi da del coglione…

Ecco un altro VDI:   Infondere paura come forma di controllo

Lascia una risposta