L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

Odore impossibile

Sono una pancina, nel senso che sono al terzo mese di gravidanza e purtroppo, da quando sono incinta il mio olfatto è ipersensibile. Sento gli odori ad un km di distanza e li sento in modo così profondo sto male.

Gli odori passano per il mio naso, arrivano al cervello e poi dritti nello stomaco per farmi vomitare all’infinito. Non sapevo che iperolfatto e ipervomitino, cominciassero fin da subito. Mi aspetteranno altri 6 mesi a cui preferisco non pensare.

Il mio problema è una famiglia che abita sotto di me. Provengono dal Bangladesh e la loro cucina sta diventando il mio incubo. Ora, non ce l’ho assolutamente con loro, anzi, sono una famiglia splendida, gentili, amichevoli: non posso dire nulla. Il problema è che dal loro appartamento escono degli odori fortissimi di spezie, fritto e non so cosa che non mi fanno respirare. Probabilmente se avessi come vicini dei corregionali non cambierebbe niente, ma, quelle spezie sono davvero impossibili per me.

Ecco un altro VDI:   Il plot twist di Dio

Passo la maggior parte del tempo cercando di arieggiare casa, ma se arieggio, a volte la situazione è anche peggiore perché i miasmi arrivano da sotto. Ho comprato 2 macchine per l’ozono, ho provato le candele profumate, con deodoranti elettrici, spray, nebulizzatori vari, la maggior parte mi danno solo fastidio e comunque non aiutano a sovrastare quell’odore micidiale. Mi marito ha anche avuto la genialata di comprare gli incensi e con quelli ho vomitato l’anima.

Non so più come fare: loro non hanno colpe: lei passa le sue giornate cucinando ma non posso di certo chiederle di non farlo, così come non le posso chiedere di fare una carbonara. Mi ha detto (e non ho motivo per dubitare) che tiene sempre accesa la cappa d’aspirazione e apre anche una finestrella in cucina per arieggiare, ma i “fumi tossici” salgono verso di me e li sento anche se mi barrico in casa. Non solo: anche le scale di casa sono impregnate e se chiudo gli occhi li immagino come fumi verdi passarmi sotto la porta, dalla toppa e dagli stipiti.

Ecco un altro VDI:   Questo è matto

Anche la notte, la situazione non è migliore: quando non rimetto, mi brucia il naso e la gola. Anche prima che rimanessi incinta la situazione era difficile da questo punto di vista, ma adesso, è diventata insostenibile. Sarò costretta ad andare da mia madre per i prossimi 6 mesi… Qualcuno di voi ha provato una cosa simile? Se si, come avete risolto?

 

  1. Barbara

    Io ne ho sofferto fino al giorno del parto, avevo il terrore che facessi parte di quella piccola percentuale a cui non passa nemmeno dopo ma per fortuna iniziate le contrazioni niente più odori… Ti capisco profondamente a me bastava immaginare anche solo l oggetto che avrebbe emanato odore vomitavo. Vedrai che passerà e avere il tuo piccolo tra le braccia sarà la ricompensa più grande.

Lascia una risposta