L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

Le scuse in ritardo

Abbiamo un via privata per accedere con le macchine nel nostro giardino e il nostro vicino ha il diritto di passaggio.

Sabato sera sentiamo un rumore fortissimo, ci affacciamo e vediamo che il nostro vicino insieme ad un suo amico che aveva momentaneamente messo la macchina nella nostra via controllano ossessivamente le macchine. Riscontriamo che c’è una bella strisciata nera lungo tutto il muro di casa nostra. Con molta calma chiediamo spiegazioni e ci dicono: “Noi non abbiamo fatto nulla, altrimenti te lo avremmo detto”, il tutto seguito da una serie di epiteti ed improperi da parte sua che vi lascio immaginare.

Domenica mattina usciamo in giardino e troviamo una bottiglia di vino. Dopo circa un paio di ore il vicino ci manda un messaggio scusandosi dell’accaduto del giorno prima.
La nostra domanda è: non bastava chiedere scusa subito senza epiteti e scene pietose?

Ecco un altro VDI:   Che strazio

Lascia una risposta