L'erba del vicino non è sempre più verde

Vicini Pazzi

Le gemelle

Ciao, volevo raccontarvi dei miei vicini da incubo.

Premetto che abito in centro città in un palazzo vecchio con una corte interna e 4 appartamenti al piano terra, in una zona “rispettabile”.

I protagonisti di questo racconto sono un vecchio di 75 anni che bestemmia, scoreggia e scatarra con la porta di casa sempre aperta e due gemelle, nipoti del vecchio.

Le gemelle non abitano nella stessa corte, ma qualche casa più in la e sono le proprietarie della casa in cui abita il vecchio, casa a cui hanno accesso continuo.

Il disagio, imbarazzante, inizia alle 7 della mattina e termina attorno alle 23, tutti i giorni.

Lui esce intorno alle 7, dopo il suo rito di svuotamento liquidi corporei (mentre tu fai colazione), per poi rientrare a pranzo. Esce nuovamente nel pomeriggio per rientrare verso cena.

Durante la sua assenza, le due gemelle vengono a casa sua per fare finta di pulire il pavimento del corridoio, anche 10-15 volte al giorno in maniera ossessivo compulsiva e per mettere in disordine la casa allo zio, sbattendo padelle, rompendo bicchieri piatti, accendendo il phon, lanciando il bidone dell’immondizia, il tutto assicurandosi di farsi sentire e sperando che qualcuno dica qualcosa per “volargli addosso”.

Ecco un altro VDI:   Le luci di Natale

Guai a cadere in questa trappola: meglio far finta di niente o i giorni successivi potreste trovare brutte sorprese come chewing-gum masticati lasciati sotto le finestre, sputi sulla porta, sassi contro i vetri delle finestre o il contatore della luce staccato.

Dopo la fase di sfogo iniziale, in cui fanno un gran casino, passano il resto del tempo a risistemare la casa messa sottosopra. Infine escono lasciando il portone del palazzo spalancato (anche se a volte hanno la premura di mettere una vecchia padella come fermaporta). Il vetro del portone è stato sostituito 3 volte negli ultimi 2 anni a causa del vento che l’ha fatto sbattere.

continua su pagina 2

Lascia una risposta