L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

La vicina acida, acidissima

Abbiamo comprato casa. Una casa che era chiusa da diversi anni.

Abbiamo “decorato” l’esterno (nostra proprietà senza alcuna servitù di passaggio né altri vincoli) con piante e fiori, tutto ciò ha ovviamente comportato un costo e ci impegna quotidianamente tra pulizia e annaffiature (che facciamo con acqua nostra di casa, non della fontana a pochi metri come fanno tutti) ma siamo ben contenti di farlo.

Tutti quelli che passano fanno tantissimi complimenti per come è tenuto bene l’esterno della casa e dicono che sembra una cartolina. Addirittura alcune persone ci hanno telefonato o scritto dei WhatsApp per dirci che finalmente è bello vedere la casa aperta e viva.

Tutti, tranne la vicina acida.

Lei dice che fa schifo, che è un pessimo biglietto da visita per il paese, che lei prima passeggiava sul nostro marciapiede (privato) e che ora non può più farlo. Che lei prima spazzava la sua spazzatura dal suo marciapiede al nostro e che ora noi non le permettiamo più di farlo. Che siamo cattive persone e che lei avrebbe preferito rimanere senza vicini. Che i bambini la disturbano durante le ore di riposo (i miei figli escono di casa alle 8.30 e rientrano alle 17.30, a volte anche dopo, e alle 21 sono a letto), peccato che sia lei a tenere la TV accesa a tutto volume tutta la notte.

Ecco un altro VDI:   Vicinanza interrotta

Ieri all’ennesima volta che l’ho beccata a dire queste frasi con una sua amica (davanti alla mia finestra) ho risposto da dentro casa che essendo lei in affitto può anche decidere di andarsene, che in casa mia faccio quello che voglio visto che non sto infrangendo alcuna legge. Non l’ho più sentita. In tutto questo i VDI siamo ovviamente noi, perché lei è anziana e va rispettata.

Lascia una risposta