L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

La farmacista

Mamma somala, papà di origine danese, sono uno strano mix…

Sono nata in Italia, come mio padre e parlo perfettamente italiano, qui ho fatto tutto, dall’asilo all’università.

Arrivo nel nuovo condominio e una gentile e carinissima signora anziana si avvicina con tenerezza. Sfodera un sorriso a 52 dentiere mi dice:

Buongiorno signorina, è nuova qui?

Rispondo al suo sorriso e le dico che sono arrivata da meno di una settimana.
La signora è davvero molto carina, la classica nonnina dolce che sa tanto di biscotti… così parliamo per 2 minuti del più e del meno, le spiego che vengo da una città vicina e che sono qui per lavoro, dato che sono farmacista e la farmacia è a due minuti a piedi dal palazzo, quindi per me era il posto ideale, bla, bla, bla…
Saluto e mi congedo.
Sto per fare una rampa di scale quando sento l’adorabile vecchietta che parla con un’altra condomina e dice:
hai visto quella nera appena arrivata? Lavora alla farmacia del dott. XXXXXXXX, ah, ma io non ci vado più, faranno le medicine con qualche intruglio africano, ah no, no, andrò alla Comunale da oggi”
Ecco un altro VDI:   Sono un vicino infame o una vittima?

Mi affaccio e le dico:
“brava signora, non si faccia vedere: potrei scambiare la sua pasta per dentiera con quella per le emorroidi”

Appena arrivata, ho già chiuso con il primo vicino!

Dalla città più multietnica d’Italia è tutto, a voi la linea!

  1. Myriam Marzialetti

    Brava dottoressa!!! Risposta pronta ed esilante…ha vinto😁

Lascia una risposta