L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato, Vicini Ladri

La benzina

Tarda serata, il cane rompe le balle in modo insistente, che cavolo avrà? Non è il suo “orario passeggiata”, ma forse ha bisogno di uscire un po’. Gli metto il guinzaglio, prendo una piccola torcia e lo porto fuori. Nella mia via non c’è traffico (è una strada chiusa) ma la torcia mi rende visibile e mi aiuta a vedere dove metto i piedi: sotto casa è molto buio e devo fare un centinaio di metri prima di incontrare un lampione. Faccio due passi e passo di fianco alla mia macchina parcheggiata proprio sotto casa. Dopo la macchina mia, c’è un’altra macchina e poi quella del vicino.

È un anziano signore che ha ancora la patente, abbastanza schivo, ma tranquillo; uno di quelli che non ha mai creato un problema e che si vede e si sente poco. Quando passo davanti alla sua macchina, mi accorgo che dentro c’è qualcuno, con le luci spente. Mi avvicino un po’ e lo riconosco (li per li mi sono preoccupato che potesse esserci un ladro).

Ecco un altro VDI:   Le ispezioni nei rifiuti

Quando mi avvicino, l’anziano mi vede ha un sussulto; credo di averlo spaventato. Gli sorrido e lo saluto. Ma lui risponde a malapena con un cenno della testa. Cavolo, devo averlo spaventato parecchio. Rimane li, immobile al buio. Va beh, il cane tira e lo seguo. Attraverso la piazzetta e attraverso, davanti al cofano del vicino. Lui è ancora li, non si muove. Passo con il cane e mi allontano. Nel girarmi noto che dalla parte del passeggero, ma fuori dalla macchina del vicino, ci sono 2 taniche.

Credo di aver capito: probabilmente il vicino ha problemi con la macchina (mi convinco che è rimasto senza benzina). Mi chiedo come possa portare 2 taniche così pesanti, torno indietro e gli chiedo se è tutto ok e se ha bisogno di aiuto. Lui mi risponde che va tutto bene e che sta aspettando una persona. Boh… lascio perdere e proseguo la passeggiata col cane.

continua su pagina 2

Lascia una risposta