L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

Il portiere

Scrivo per chiedere un vostro parere.

Da studentessa abitavo in un appartamento di una palazzina che faceva parte di un residence il quale aveva un portiere comune a tutte le palazzine.

Era più un tuttofare, faceva da giardiniere, prendeva la posta ecc…

Il portiere stava lì dalle 9 alle 12. Il problema era che ci portava la posta sempre settimane dopo, prendeva i pacchi dai corrieri e né ci scriveva per avvisarci, né ce li portava, alle 12 andava via e tu eri rimasto ad aspettare un pacco che non arrivava.

Ogni volta passavamo la mattina a controllare Amazon per vedere se ci fossero aggiornamenti, ma a volte la notifica di spedizione arrivava qualche minuto dopo e il portiere già era andato via lasciando il pacco chiuso nella cabina a cui non abbiamo accesso.

Più volte gli abbiamo chiesto di non prendere i pacchi nostri perché tanto qualcuno in casa c’era sempre e di fare citofonare i corrieri direttamente a noi, oppure di mandarci un messaggio per andarli a prendere in portineria.

Ecco un altro VDI:   Hanno sbagliato cane

Ci conosceva bene, aveva i nostri numeri, tanto che li usava per chiedere consigli sui suoi cani (in appartamento c’erano studenti di veterinaria).

Per anni non ha mai fatto nulla di quanto richiesto e ancora fa così, me lo racconta la mia amica che è stata anche mia coinquilina.

Ma è normale che un portiere “sequestri” i tuoi pacchi?

Lascia una risposta