L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato, vicini incivili

Il gallo americano

Viviamo in campagna e abbiamo deciso di dare un tocco di brio alla routine con 5 caprette tibetane. Perfette per tenere il bosco pulito e regalarci dosi massicce di tenerezza. E fin qui, tutto bene!

Poi, come folgorati da un’ispirazione divina, eccoci a comprare 20 galline.

Niente di strano, in campagna tutti hanno il loro pollaio.

Ma c’è un piccolo particolare: il nostro vicino, quello che definirei “il più normale del gruppo”, ha pensato bene di regalarci un galletto americano.

Un vero divo tra i pennuti, che si è ambientato in men che non si dica, conquistando il cuore di tutti… tranne quello dei nostri vicini.

Sapete quale gallo tra gli 8 presenti nel vicinato dà più fastidio con il suo canto mattutino?

Proprio il nostro, il divo americano!

E gli altri galli, che fanno un baccano infernale da far tremare le tegole, non disturbano nessuno, eh già?

Perché loro sono “animali” e quello devono fare… certo, a meno che non si tratti di disturbare noi!

Ecco un altro VDI:   Più che infame, stronzo

Così i nostri “gentilissimi” vicini, dopo averci tagliato tutti i fiori, l’uva e le piante del giardino, ci chiedono di sbarazzarci del nostro gallo canterino.

Che dire? Tra un dispetto e l’altro, la vita in campagna non è mai noiosa!

Comunque… noi al galletto americano ci siamo affezionati, e non abbiamo nessuna intenzione di cederlo alle loro lamentele.

Quindi, cari vicini, preparatevi a sopportare il suo canto mattutino ancora per un bel po’!

Perché qui, da noi, la musica non si ferma mai!

Lascia una risposta