L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato, vicini incivili

Al limite della legalità

Buongiorno a tutti! La storia che vi voglio raccontare oggi è al limite della legalità. Io e mio marito abitiamo in una villetta, lontana dalla città, che purtroppo non è legata alla linea fognaria, quindi chiunque abiti nella mia contrada deve avvalersi di fossa biologica.

Il mio vicino di casa (un muratore che guadagna in nero più di 1500€ al mese in nero, che percepisce il reddito di cittadinanza, ha una casa a circa 30 metri da casa mia). Lui non ritiene necessario installare la GIUSTA fossa biologica, ma ha un pozzo nero in cui confluiscono tutti gli scarichi di casa. E se vi chiedete come so queste cose indovinate chi ne parla con fierezza di queste scelte? Ecco…

Quando il pozzo si riempie, lui si sente legittimato ad azionare una pompa idraulica e a scaricare i liquami sulla strada davanti la sua abitazione. Si, avete capito bene. Respira la sua stessa m**da. E non solo lui, ma anche io che gli sto a 30 metri vengo inondata da un odore nauseabondo che ci costringe a chiudere le finestre.

Ecco un altro VDI:   Viscido individuo

Quando è successo la prima volta, li abbiamo chiamati CIVILMENTE al telefono,

continua su pagina 2
  1. Nyre

    metti in mezzo l’avvocato, mi sa che non hai altre strade.

  2. Sergio

    Non chiamare i carabinieri ma i vigili del comune.

  3. Giuseppe

    Il tuo simpatico vicino sta violando anche le leggi in materia di inquinamento ambientale. Oltre che ai vigili urbani, senz’altro coinvolti, puoi fare intervenire anche le guardie forestali che hanno competenza su reati ambientali.
    In alcune regioni italiane sono stati inclusi nell’Arma dei Carabinieri, quindi diventa competente in materia anche l’Arma dei Carabinieri.
    Buona fortuna!

  4. Emanuela Gatti

    Carabinieri, vigili, ASL, giornale locale, radio locale…….

Lascia una risposta