L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato, vicini incivili

Spietato

Abito sopra ad una famiglia che ha con un bambino che soffre di una grave condizione neurologica.
Il piccolo emette spesso pianti intensi e, in alcuni casi, si procura anche del male. Ho cercato di creare una barriera mentale per proteggermi emotivamente da queste urla strazianti, consapevole della delicatezza della situazione.
Fortunatamente, viviamo in una strada senza uscita, che limita il disturbo per gli altri vicini.

In questi giorni di caldo, tengo le finestre aperte e il pianto del bambino risuona con maggiore intensità. Ho notato che ama trascorrere del tempo in una piccola piscina gonfiabile, soprattutto la sera.

Questa sera è più agitato del solito: prende e scappa via, riescono a riprenderlo subito ma iniziano le sue crisi di pianto, quindi inizia a tirare le testate.

Mi affaccio alla finestra per chiedere se abbia bisogno di aiuto, mi ringrazia e mi chiedono se posso fargli vedere le mie gattine, visto che al bambino piace guardarle attraverso la finestra.

Ecco un altro VDI:   Lo zucchero della discordia

Vado a prenderle ma il bambino piange ancora e sbatte come non mai, quando finalmente riesco a prendere una delle gatte mi riaffaccio alla finestra e vedo che il vicino di piano butta una secchiata d’acqua fredda sopra al bambino, urlando e bestemmiando contro di lui.

Rimango senza parole. Scendo giù per sincerarmi dell’accaduto e quel bastardo riapre la finestra, e per la seconda volta butta un’altra secchiata d’acqua gelida sopra di noi.

Lascia una risposta