L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

“Scusa, sei mejo te”

Il mio vicino, un ultra 40enne, ha l’abitudine di mettersi in mostra, ma da una vita nessuno se lo fila.

Abitiamo da circa 15 anni in un centro storico. Con il mio vicinato per fortuna andiamo tutti d’accordo, ma da quando c’è ‘sto soggetto è diventato insopportabile.

Preciso che quando arrivano le belle giornate nel centro storico arrivano i turisti per visitare la nostra chiesa stupenda, quindi passano sulla nostra strada principale e noi, per l’occorrenza, abbiamo sempre decorato i davanzali e i balconi con fiori colorati.

Il periodo dura dalla primavera all’estate, quasi fino all’autunno. Lui, per mettersi in mostra, quando passa qualcuno è sempre fuori seduto sulla panchina. Ha la sporca abitudine di criticare l’aspetto dei davanzali con chiunque e si vanta dicendo che lui farebbe di meglio.

Lui si vanta sempre di ciò che fa e non fa. Poco tempo fa, purtroppo, ha rincominciato di nuovo con me presente, e mi è salito il sangue al cervello.

Ecco un altro VDI:   I gatti del vicino

All’ennesima uscita gli ho detto davanti a tutti: “Visto che non decori mai il tuo davanzale facci vedere le tue adorate composizioni che tanto elogi. Io non vedo nulla e mai visto nulla di ciò che dici”.

Se n’è andato con la coda tra le gambe. Dopo questa figuraccia credo che starà zitto a vita, almeno in mia presenza.

Spero solo che non mi distrugga i fiori, perché ne è capace. La maggior parte di noi del vicinato non gli rivolgiamo la parola, e nel nostro paese ne ha raccontato di cotte e di crude su tutti.

La fortuna più grande è che ci conosciamo tutti e nessuno lo ascolta.

Lascia una risposta