L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato, vicini maleducati

Ai limiti dello stalking

Il mio palazzo ha due ingressi: per raggiungere il secondario devo girare mezzo palazzo internamente, tra corridoi e scale, mentre per  raggiungere l’uscita secondaria devo solo prendere l’ascensore, fare una piccola rampa di scale e arrivo nell’atrio.

Detto ciò, ho una cagnolona che oramai è anziana.

Fino a quasi 2 anni fa uscivamo dal portone più distante per evitare che lei (poco socievole con i suoi simili), evitasse di incrociarne altri, considerando che da quella parte era più difficile incontrare altri cani.

Nell’estate del 2020, salendo le scale tranquillamente per raggiungere il portone, si è rotta un ginocchio e ha subito un intervento dal quale per fortuna si è ripresa molto bene per la sua età, ma l’ortopedico che l’ha operata e rimessa in sesto mi ha rigorosamente detto che deve fare meno scale possibili, visto che con la sua età (ormai 12 anni), è molto fragile e come se non bastasse le è venuta l’artrosi.

Per questo motivo, ho cominciato a portarla a passeggio utilizzando l’uscita più vicina. Purtroppo ho avuto dei problemi fin dall’inizio: appena usciva da questa parte, faceva la pipì in strada!

Ecco un altro VDI:   Mi costringono ad uscire di casa

Da 12 anni esco munita di sacchetti e bottiglia da 1 litro e mezzo con acqua e detersivo per pulire accuratamente tutti i suoi bisogni.

Eppure al consigliere del palazzo non va assolutamente bene.

Mi aggredisce ogni giorno, mi ha addirittura messo contro altri condomini con tanto di fogli affissi in bacheca che mi accusavano di aver portato il cane nel parcheggio del condominio senza raccogliere la cacca. Veniva fatto riferimento proprio a una cacchina da Chihuahua, la mia “piccola nonnina” pesa la bellezza di 45 kg e per i suoi bisogni uso minimo due sacchettini.

Continuano le discussioni per diverso tempo, finché un bel giorno incontro il consigliere che mi sbraita contro. Anche lui portava a passeggio il cane e aveva nulla per pulire la pipì. Mentre minacciava me di chiamare i vigili perchè il mio cane ha fatto la pipì 3 metri dopo il portone, il suo pisciava sulle ruote della macchina di un altro condominio.

Non è finita qui purtroppo: il mio cane causa vecchiaia e anche per via della sterilizzazione da un mesetto, mi è diventata anche incontinente e ogni 2 ore ha bisogno di uscire. Oramai la porto direttamente fuori con il pannolone per evitare incidenti nelle scale (visto che succedono in casa), e speravo che con il pannolone sarei riuscita a portarla leggermente più lontano, ma nulla.

Ecco un altro VDI:   YouTube a tutto volume

Non riesce ad allontanarsi più di 3 metri.

Il simpaticone ha iniziato ad attaccare fogli dentro al portone dicendo che mi dovrei vergognare. Il cane ha bisogno di uscire almeno 3 volte al giorno, non la tengo in casa con un pannolino.

Io oltre portarla fuori ogni 2 ore (e ogni 4 la notte) pulisco bene con acqua e disinfettante in continuazione anche per evitare odori, ma qualsiasi cosa faccia non va bene a lui.

Nessuno si era mail lamentato prima, anzi, mi avevano sempre fatto i complimenti per come pulivo.

Ora chiedo scusa ai pochi eroi che si sono subiti questa Divina Commedia, ma secondo voi sbaglio io oppure è lui che non sa cosa fare nella vita?

Un giorno ho spiegato la situazione a dei vigili e mi hanno detto che io mi sto comportando correttamente e, essendo strada e non proprietà privata, dove il mio cane fa i bisogni dopo che pulisco, nessuno si può lamentare.

Lascia una risposta