L'erba del vicino non è sempre più verde

Storie dal vicinato

Amo l’odore dell’umido non ritirato al mattino

Il palazzo dove vivo ha due scale e sei appartamenti per lato.

Di solito molto tranquillo, a parte 20 minuti di urla che partono a giorni alterni verso le 23.

Il vero problema è l’incapacità dei vicini di disporre la spazzatura a dovere. Questo palazzo ha una piccola stanza vicino all’ingresso principale dove sono situati tutti i bidoni, dall’umido alla differenziata. Ora, la stanza è davvero piccola quindi a mala pena si arriva in fondo quando è tutto a posto.
Purtroppo qualcuno se ne frega delle varie regole e butta roba a caso. Alcuni esempi:

  • 1 bidone carta: pieno di contenitori di cibo sporchi e unti, di contenitori tetrapak e scatole/scatoloni non schiacciati e il tutto dentro buste di plastica (perché apparentemente svuotare le buste è troppo faticoso);
  • 2 bidone vetro: anche qui bottiglie e altri contenitori buttati con tanto di busta di plastica. Piatti e porcellane varie che non vanno neanche buttate qua;
  • 3 bidone umido: stranamente quello meno problematico;
  • 4 indifferenziata: della serie “non aprite quella porta”. Ci va qualsiasi cosa, dall’umido alla plastica al vetro;
  • 5 bidone plastica: anche qui nulla da ridire.
Ecco un altro VDI:   La musica psytrance come repellente

Il problema con i bidoni ai punti uno, due e quattro è che si riempiono subito e quindi la spazzatura comincia a essere messa sopra o sul pavimento bloccando quindi il passaggio verso gli ultimi (plastica e vetro). E dove verranno mai messi la plastica o il vetro, se non puoi raggiungere i bidoni corretti? Ma naturalmente nell’indifferenziata (ecco anche spiegato il punto quattro) o sul pavimento finendo per rendere impossibile anche entrare la stanza.

Lascia una risposta